Omtai

Spartiacque

Luglio 665

La fuga dall'altopiano procede più rapidamente possibile, mentre ancora nell'aria riecheggiano le grida strazianti del drago e le terrificanti fiammate che illuminano la notte. Scesi nel deserto, i Nostri si mettono subito in marcia verso il tempio, dove esaminano con calma i tesori trovati nella tana del drago: Parser inizia a girare con un diadema in testa e degli strani occhiali sul volto, Naur e Bachus si divertono a strozzarsi con un sudario lercio, tutti contano monete e tesori…

Ricevuta la ricompensa per la catturadel drago, tuttavia, un sacrificio di Bachus finisce con l'avvolgimento nel sudario della vittima, che immediatamente torna in vita come non-morto! Althestan non può sopportare la sua compagnia, e quando il mostro addenta un bambino comprato dallo gnomo, il chierico interviene: dopo una breve lotta l'uomo viene sconfitto e, rifiutandosi di cedere e abbandonare le proprie convinzioni, viene sgozzato e lasciato a dissanguarsi. La mattina dopo il cadavere non ci sarà più…

La sera viene ucciso anche Francesco (?), il mago umano, che in una lite con Parser aveva avuto la peggio. Rifiutata quindi la richiesta di aiuto del tempio di recarsi all'oasi a cogliere dei fiori di loto nero, e avvertiti delle scorribande di un drago nella regione a nord, i Nostri si rimettono in viaggio verso sud, diretti al Regno del Phirith

Comments

f_moro96

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.