Omtai

...e Nuove "Amicizie"

Luglio (II) – Luglio (IV)

Mentre i due gnomi, il monaco e lo stregone se la vedono fra di loro a suon di incantesimi, mazzate e insulti, Orik, Bif e Fling si aggirano fra i cadaveri e le case del villaggio disabitato, trovando dietro a un carro rovesciato una giovane ragazza china sul corpo di un vecchio. Risulta evidente il suo stato di shock, e dalle frasi sconnesse i tre scoprono che il Tugul, i cui predoni hanno distrutto il villaggio, cercava qualcosa in possesso del capovillaggio…

Nel tentativo di scoprire cosa fosse, i tre sfondano il portone sbarrato (!) della sua abitazione e, nello studio, trovano Onoub, un chierico intento a frugare fra i libri e i mobili della stanza, anche lui alla ricerca del Luminoso Grimorio di Gamin (di cui loro non sanno niente, però). Nel mentre, sempre tenendo d'occhio la spaventosa ragazza, escono tutti dalla casa e accolgono un altro avventuriero diretto qui, visibilmente provato dal viaggio, Brom, che afferma di essere in fuga da dei cultisti che lo avevano catturato…

Nel mentre Fling torna in casa e, armeggiando attorno ad una fessura nel muro che lui, Bif e Orik avevano notato in precedenza, scopre uno scomparto segreto, una sorta di cassetto di pietra, contenente il grimorio e una strana gelatina luminosa… si rende subito conto però di essere costretto a ingegnarsi per trasportare tutto insieme, in quanto appena rimasto al buio il libro ha iniziato ad autodistruggersi!

Tornato insieme agli altri, ci si conosce un po' e si organizza la partenza per il giorno dopo alla volta del sud (generico), in direzione del Regno del Phirith, il grande regno umano della regione. Il viaggio procede spedito e senza intoppi fino alle porte del regno, la strada cioè che passa dal passo di Kymos: uno stretto sentiero che per diversi km si snoda fra il fianco delle montagne e lo strapiombo sempre più alto sul mare.

Qui i nostri Eroi si accampano, imbattendosi in un simpatico orso polare (da cui si allontanano riuscendo ad evitare lo scontro) e poi in tre viandanti, i quali invece ci fanno amicizia più da vicino. Bif, andato dietro a loro dato che questi non avevano nemmeno visto i compagni accampati, riesce a trafugare appena prima dell'arrivo dell'orso una sacchetta con dentro dellestrane pietre gialle… tornato dagli altri si mette a dormire e il giorno dopo, mostrate le pietre a Orik che aveva il turno di guardia con lui, il gruppo riparte verso sud

Comments

f_moro96

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.